Vista da qua

Vista da oltre la siepe di cemento
da dietro le rotaie ferrose
della vicina stazione di Mestre
la città incolore perde
il più vivido dei toni dello stupore,
si fa grigia realtà.
Lontana, prossima Venezia
pronta a colmare ogni vuoto di bellezza,
a distanza sei protesi d’estasi d’acqua;
non per noi di qua dal ponte
noi terrestri sbarcati per sopravvivere
alla tua incontrastata millenaria aurea.

Lascia un Commento

Plugin for Social Media by Acurax Wordpress Design Studio
Visit Us On TwitterVisit Us On Facebook