Varia fortuna di Dante ad Ascona

Un nutrito manipolo di studiosi si è dato appuntamento nella particolare struttura sul Monte Verità ad Ascona per parlare di Dante, dantismo, contaminazioni dantesche e canone dantesco. Illustri esegeti e filologi si sono passati la parola contestandosi amichevolmente per rinvenire quanta fortuna abbia avuto il maestro della lingua italiana nella letteratura italiana a partire dal IV secolo e fino a quello scorso. Si è anche discusso sulle differenze tra la critica italiana, quella anglosassone e quella americana rinvenendo in quella nostrana il punto focale a cui tutti gli addetti al lavoro guardano con rispetto come fosse la stella polare Dante è presente in molti autori, da Ariosto a Giovanni Della Casa, da Manzoni a Sreni e Fortini. Il luogo, un piccolo paradiso zen tra i monti che danno sul Lago Maggiore, hanno accolto i conferenzieri con prelibatezze locali e la possibilità di passeggiare nel parco circostante l’edificio Bauhaus che ospita il ristorante e le stanze dell’albergo. Qualità e raffinatezza in nome del Sommo.

Lascia un Commento

Social Media Icons Powered by Acurax Web Design Company
Visit Us On TwitterVisit Us On Facebook