Una Mostra veneziana ‘stupefacente’ con storie vere

Si avvicina a rapide galoppate la 72. Mostra Internazionale d’arte Cinematografica del Lido. 5.000 i posti rinnovati nelle sale per proporre film provenienti da una cinematografia mobile e liquida. Mancando i punti di riferimento classici, il blocco di autori conosciuti è svanito alla luce del cinema indipendente. Dove stiamo andando? Si realizzano oggi più film ma con budget ridotti con produzioni provenienti da ogni parte del mondo. Venezia ha selezionato numerose opere prime e molti generi diversi tra loro, animazione, documentari e film d’inchiesta. Quattro gli italiani in concorso, a pari merito con gli americani, e attesa per la sfilata da tappeto rosso (Di Caprio, Brad Pitt?). Sarà un festival se non memorabile, interessante anche per l’elevato numero di film restaurati e l’allestimento di un’arena nei giardini del Casinò aperta a tutti con incontri e proiezione di film già usciti.

Lascia un Commento

Social Media Icons Powered by Acurax Wordpress Development Company
Visit Us On TwitterVisit Us On Facebook