Palmeto milanese

Tocco di esotismo, provocazione o leggerezza? Il progetto, ormai concluso e permanente per tre anni, di Starbucks per piazza del Duomo colpisce per la sua originalità: palme, banani, arbusti e piante perenni in aiuole recintate.
Se non risultassi una voce fuori dal coro oserei dire:”Mi è piaciuto”. Rinverdire un’area cementificata, se pur punto culminante di un assoluto valore storico-artistico, ha sempre un perché. Sta ai milanesi, autoctoni o meno, accettarlo, e goderne.

Lascia un Commento

Customized Social Media Icons from Acurax Digital Marketing Agency
Visit Us On TwitterVisit Us On Facebook