Hui He è la tragica Tosca scaligera

Se una tragedia possa finire peggio non si dà. Puccini ha messo insieme una storia strappalacrime coniugando i due principali aspetti dell’animo umano: la passione amorosa e artistica e il ricatto. L’Arena del debutto, quasi piena, ha apprezzato lo spettacolo con le orecchie ma soprattutto con gli occhi, in questa “Tosca” un po’ cinese, sontuosa e ricca scenograficamente. Il soprano Hui He, magistrale, non ha sbagliato un colpo e alla fine ha simulato di gettarsi dalla torre, in realtà svettava alta sopra la grettezza umana. Il dramma pucciniano non smette di tenere in tensione lo spettatore fino alla fine dei tre atti, a distanza di più di un secolo dall’ideazione, e di due dalla napoleonica vicenda storica.

Lascia un Commento

Social Media Integration Powered by Acurax Wordpress Theme Designers
Visit Us On TwitterVisit Us On Facebook